sabato 13 novembre 2010

Eger, Budapest e russare...prima parte



noi 3 davanti al castello di Eger









Anto e Annalisa











Hotel a Eger







Mercoledì scorso 7 io, Anto e Annalisa di buon ora, accompagnati secondo la tradizione da Golf, siamo partite x il viaggio Comenius in Ungheria.
A Falconara al primo controllo, una voce perentoria:Le signore Nasoni e Francesconi sono pregate di passare al posto di..., ripetuto 2 volte , capito nada.Col terrore alla gola, come 2 terroriste di prim'ordine, ci siamo accomodate in una stanzina, accompagnate da un bel policeman...prego signore sono queste le vostre borse? Sii, balbettiamo, prego niente paura è un controllo campione...che c..o!
Il bel giovine ci ha poi rilassate facendoci vedere i monitor su cui si vedeva che avevamo nelle borse i nostri oggetti e ci ha congedate con un bel sorriso...
Annalisa tremava perchè era senza noi due, noi due tremavamo perchè...chi ben comincia...
Finalmente l'aereo parte x Roma,e poi si cambia x Budapest senza intoppi.
Signore ti ringraziamo.
A Budapest incontro coi colleghi sia olandesi che ungheresi, giro x Budapest con pranzo e gelato in una pasticceria di gran classe.
Sul tardo ritorniamo all'aeroporto a prendere le ragazze inglesi e dopo 2 ore di pulman, già sfinite, arriviamo all'albergo.
Naturalmente niente ascensore, e noi 3 in mansarda al terzo piano...e che vuoi stare a pianterreno...e la nostra schiena si sarebbe riposata troppo senza quelle scale ripide col valigione strapieno.
Alla fine pronte per andare a letto, anche se il bagno era talmente piccolo che x lavarsi i denti devi stare col sedere fuori della porta...
A nanna, ssssssshhhhhhhhhh
Io e Annalisa abbiamo russato un pochino, eh, Anto???
Lei poverina faceva "micio micio" nella speranza che ci svegliassimo,macchè...alla fine è crollata anche lei...

5 commenti:

  1. Ciao, io sono Claudia. Non so come sono arrivata qui, stavo girovagando da un blog all'altro. Mi piace questo tuo spazio, sa di genuino :-)

    RispondiElimina
  2. Ah ecco dov'eri, ci chiedavamo il motivo del tuo lungo silenzio e ora il mistero è svelato, brava, così si fa! Poi ci racconterai di Budapest, ci dirai quali sono le cose che ti hanno più impressionata, insomma siamo curiosi!
    Bacioni da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  3. avrei proprio voluto vedere la povera insonne che cercava dolcemente di far smettere quel russare ...intanto però vedo che vi siete divertite!

    RispondiElimina
  4. me la immagino la tua amica anto mentre cerca di fare versi anti-russamento!! allora vi siete divertite??

    RispondiElimina
  5. ma guarda che vecchiume poveri ungheresi!!!!!!!

    RispondiElimina