giovedì 21 aprile 2011

Scuola olandese

















































Dunque: la prima impressione della visita alla scuola primaria olandese è un pò confusionaria e oscura: mi spiego...nella scuola di Zeehonk ci sono 8 classi dai 4 ai 12 anni.E gìa il fatto che alunni di così ampio respiro vivano insieme mi confonde:troppa differenza di età per avere contatti umani e di interesse.Poi un insegnante per classe, con l'aiuto di un assistente, che insegna principalmente la prima lingua, la matematica e un ora la settimana la seconda lingua con l'aiuto di un programma al computer: i ragazzi si siedono di fronte al pc, eseguono le varie attività che il pc ordina loro, poi l'insegnante verifica con test... Bo?! comunque tutti parlano un inglese fluente...sarà perchè è un posto di mare, turistico tipo Rimini ??per quel che riguarda le altre discipline, tipo storia e geografia, si fanno progetti...ma non ho visto niente di visibile.I ragazzi non hanno zaini, quindi si studia a scuola con libri/test che restano a scuola.I maestri lavorano x 40 ore la settimana...ma anche questo non è ben chiaro: possono scegliere di lavorare a scuola o a casa, e per quel che ho percepito, usano Internet per tutto.Non c'è mensa,chi va a casa a mangiare, chi usa il packet lunch, chi il panino...molto free!i bimbi non indossano nessuna divisa, e c'era chi aveva già le infradito! Ma la parte più strana è che nella scuola ci sono solo alunni "white", niente ragazzi provenienti da altre culture.Solo due ipovedenti che usano strumenti speciali. I bimbi con handicap vanno in scuole speciali...e no comment!anzi la dirigente glissa su ciò!Insomma un vero paradiso terrestre:bimbi che non urlano, alzano educati la mano, sono perfetti!?!?!ma la sera quando siamo andati a vedere la parata di auto fiorite, c'erano 4 ragazzetti simili ai nostri: urlanti, scomposti...meno male! mi sono rincuorata e ho ricordato che i tifosi olandesi in Italia si comportano come i loro cugini hooligans inglesi!

3 commenti:

  1. Antonietta, siamo rimasti abbastanza destabilizzati anche noi quando abbiamo letto questo resoconto sulla scuola primaria in Olanda, talmente lontana dalla nostra realtà, per quanto la signora Gelmini insista a dire che il futuro è nei pc e negli ebook....ma se le scuole non hanno nemmeno i soldi per la carta delle fotocopie e per quella igienica, che qui a Bologna gli alunni si portano da casa, come si arriverà a questa modernizzazione non l'abbiamo capito! Ma soprattutto ci domandiamo se questa modernizzazione sia così auspicabile, diciamo che noi siamo più tradizionalisti.
    Ci hai fatto ridere con il nome, no, non è quello, anche se hai detto una cosa che....insomma ti diciamo solo che la nostra bimba avrà due nomi ed uno dei due suona un po'...aristocratico, ma nell'insieme per noi sono un suono dolcissimo.
    Mille baci
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  2. Watch it lady! LOL - I am of Dutch descent and I am NOT a hooligan. You are so funny.
    It's interesting to see how other cultures teach - my classroom is ALL online learning. The student's have programs that are instructed by certified teachers in the subject that they need to receive credit. But they only come to my classroom IF they have failed the class prior in the actual classroom.

    RispondiElimina
  3. Hi Anto,
    I wish you the best. Is this the school you are teaching in?
    Love,
    Brad

    RispondiElimina