sabato 16 maggio 2009

...oggi sono una NORMALE insegnante





Tanti anni fa, precisamente 15 anni fa l'allora Dirigente Scolastica mi prospettò l'idea di lavorare come insegnante d'inglese in diverse classi del mio Istituto:io ho subito accettato, perchè almeno avrei sfruttato la laurea in lingua inglese e poi mi piaceva l'idea di allargare l'orizzonte culturale dei miei alunni.Così è iniziata l'avventura con Antonella la mia collega nonchè cara amica.I primi anni sono stati duri, non c'era niente di strutturato dal punto di vista del cartaceo:ci costruivamo esercizi, schede di verifica, storie riadattate con la penna, la carta e la buona volontà.
Io e Antonella, ci siamo passati quintali di fogli di brutta copia con idee + o - buone, poi modificate, poi ampliate.Un esempio:x festeggiare Halloween, leggemmo una storia di una maga e del suo gatto;ci piacque, la riadattammo ai nostri piccoli, con disegni nuovi, scritte nuove...insomma una storia nuova.Poi con i lucidi facemmo i pezzi x vestire la maga e tutta una serie di esercizi, schede di verifica ecc.CHE PAZZE SCATENATE eravamo!









Poi sono passati anni, abbiamo viaggiato in lungo e in largo, grazie a vari progetti Comenius:Cambridge, Edinburgo, Dublino, Galles, Polonia, Francia...abbiamo fatto 2 quindicine di lezioni inglesi nelle rispettive English schools dove + che l'inglese abbiamo GODUTO la vacanza...
La nostra esperienza di specialiste ci ha fatto crescere culturalmente,ma l'impegno è stato grande:insegnare in tre scuole con circa 100 alunni, x cui 100 schede x due volte l'anno,incontri a lungo termine con circa 60 genitori alla volta...l'unico vantaggio era che insegnavi una sola materia:inglese.
Poi è arrivata Maria Stella Gelmini:"tutti gli insegnanti curriculari DEVONO conoscere la lingua inglese e insegnarla nel loro modulo" così NOI specialiste DOBBIAMO MORIRE...
Antonella ha cambiato rotta 2 anni fa:ora insegna italiano e inglese in una classe di GORMITI(così li definisce...)
Io dopo 1 anno di limbo, ho avuto adesso il trasferimento su classe normale...

Il prossimo 1° settembre sarò una maestrina alle prime armi, come una 18enne appena diplomata...avrò una o due classi a cui insegnerò inglese di sicuro...poi altro ancora non so, ne parlerò con la Dirigente...


Stanotte ho dormito poco x l'agitazione:sono felice perchè almeno non girerò + per tre scuole, sono timorosa per la nuova classe che avrò...
insomma a quasi 13 anni dalla pensione mi rimetto in gioco...
a me piace giocare...

Tranquilli cari futuri miei alunni,vi amerò come ho amato i miei appena ex alunni, con tutto il mio amore
Maestra Antonietta

13 commenti:

  1. Tanti auguri cara Antonietta, sicuramente sarai sempre una brava maestra.Lo si evince da come parli della scuola e dei tuoi alunni.
    un bacio

    RispondiElimina
  2. Sono sicura che sarà una bellissima esperienza e poi quando uno ama insegnare penso sia bravo indifferentemente se è una o più materie perchè lo fà comunque con amore e gli alunni lo sentono!!tanti auguroni e dormi tranquilla!!un bacio

    RispondiElimina
  3. In bocca al lupo e..tranquilla perchè si sente che ci metti il cuore. Dalla moglie di un insegnante.

    RispondiElimina
  4. auguri per la tua nuova esperienza un bacio

    RispondiElimina
  5. Grazie per la visita costante. E 'un grande piacere a leggere ciò che tu scrivi. Splendida giornata!

    RispondiElimina
  6. maestra antonietta lascio un gentile saluto per te!
    poter insegnare ai bambini è bellissimo perché si impara da loro, perciò sotto il nome di proseguimento di carriera ti aspetta un'utilissima avventura! buon viaggio!

    RispondiElimina
  7. Tanti auguri, sono felicissima per te!

    RispondiElimina
  8. Cara Antonietta,
    grazie per essere passata da me, e ora ricambio il saluto e la passeggiata. Che in verità si è rivelata assai interessante. Sai anch'io sono laureata in lingua e letteratura inglese, ma per vari motivi non ho mai tentato di infilarmi nella scuola e ti dirò che non me ne sono mai pentita. Sia perchè ho fatto alri lavori che prevedevano comunque l'utilizzo della lingua sia perchè non ce la facevo a star dietro alla trafila che tutte hanno fatto per poter avere qualche ora di supplenza. E ora solo un paio delle mie colleghe di università sono riuscite ad inserirsi, ma dopo aver fatto trasferte e trasferte in giro per l'Italia. comunque sono contenta che tu possa ancora insegnare perchè si vede che sei un'insegnante brava, paziente e, sicuramente piena di entusiasmo. E dormi pure la notte!!! le cose vanno affrontate quando si presentano e allora ti vengono tutte le idee e il coraggio. E tu avrai comunque delle gran belle soddisfazioni. Io compio 50 il 30 maggio e da 3 anni sono senza lavoro, e solo da poco ho smesso di sentirmi inutile. grazie ai miei interessi e ai progetti che stanno venendo fuori grazie anche al blog.
    Ti saluto che mi aspettano le grandi pulizie. Sigh!!!
    A presto
    Anna

    RispondiElimina
  9. dimenticavo...
    Appena puoi passa dall'altro mio blog...
    http://leparoledicarta.blogspot.com e leggi l'ultimo post.
    Se lo ritieni interessante fai un passaparola per favore.
    Grazie
    Un abbraccio
    Anna

    RispondiElimina
  10. Ciao Antonietta, ti faccio gli auguri per il tuo nuovo anno scolastico che verrà e non aver paura perchè tutto ciò che è nuovo è stimolante e va preso con disinvoltura...ehhehh lo so non è facile a dire...ma vedrai che tutto si sistemerà...e poi da quel che leggo devi essere in gamba con i bambini e te la sai cavare alla grande! Ce ne fossero di insegnanti come te!

    Un saluto a te :)

    RispondiElimina
  11. Mi piace il tuo notizie sempre. Grazie.

    RispondiElimina
  12. avrei voluto anche io un insegnante cosi

    RispondiElimina